truffe sentimentali investigatore privato roma petrola

Le truffe sentimentali tramite account online che nascondono una falsa identità sono chiamate in vari modi ma hanno tutte un singolo, comune denominatore: il malcapitato diviene soggetto a vere e proprie estorsioni di denaro, vittima di invisibili corteggiatori che spariscono non appena raggiungono il loro scopo.
Il fenomeno è in crescita e sono circa 2.000 le persone raggirate in un solo anno in Italia. I mezzi sono quasi sempre gli stessi: manipolazione, sfruttamento della vulnerabilità e utilizzo del web per riuscire a nascondersi. Le richieste e l’assunzione di un investigatore privato sono in aumento per casistiche come queste. L’agenzia Investigazioni Petrolà rappresenta una solida presenza a Roma, con lo scopo di aiutare le vittime di questo subdolo raggiro offrendo la loro esperienza.


La tecnica del Love Bombing


I nomi sono molti: Love Bombing, raggiro sentimentale, catfishing, romance-scam, truffa romantica o d’amore ma il concetto è sempre lo stesso, la sostanza non cambia: la vittima si ritrova letteralmente “bombardata” di attenzioni da un presunto quanto improvviso innamorato che però soffre di una serie di strane circostanze che gli impediscono un vero e proprio contatto. La distanza, sia a livello fisico che di tempo, innesta nelle vittime un fenomeno psicologico che le rende vulnerabili e tendono a idealizzare il carnefice. Le motivazioni di questo distacco vengono presentate in modo più o meno fantasioso, dipendendo dal caso, ma si concludono quasi sempre con minacce o richieste di denaro.


I consigli per impedire il raggiro


Seguendo alcune accortezze suggerite dai nostri investigatori è possibile evitare di finire vittime inconsapevoli di questa truffa.
Vediamo quali sono i loro consigli principali:

  • Non accettare amicizie sconosciute online
  • Diffidare i rapporti confidenziali con sconosciuti
  • Non cedere a richieste, anche se commoventi
  • Non scambiare foto in rete
  • Utilizzare la rete di amicizie


Non accettare amicizie sconosciute online


La truffa spesso inizia proprio dai social network: la vittima viene attentamente controllata per un certo periodo di tempo, quindi viene approcciata tramite l’uso di complimenti e un tono cordiale. Si è sempre convinti che “non possa succedere a me” ma purtroppo le casistiche parlano chiaro quindi occorre attenzione: siamo tutti vulnerabili.


Diffidare i rapporti confidenziali con sconosciuti


Il secondo passo dell’imbroglio è cercare di avvicinarsi alla vittima a tal punto da farsi svelare problemi personali e soprattutto segreti nascosti: è una chiara tecnica per permettere alle barriere di distanza e diffidenza di cadere. È sempre meglio conoscere una nuova persona molto bene, prima di permetterle di entrare nella propria vita. I truffatori di questo tipo sono piuttosto subdoli e non aspettano altro che insinuarsi nelle paure e nelle insicurezze altrui al fine di sfruttarle a proprio vantaggio.


Non cedere alle richieste


Capiterà che, a un certo punto di questa particolare relazione a distanza, la persona con cui si è in contatto soffrirà di qualche tipo di problema o incidente. Sembrerà un evento casuale, uno scherzo del destino ma purtroppo è solo un’altra tecnica messa in campo.
Subito dopo l’incidente vi verrà richiesta una certa somma di denaro per risolvere il problema. Potrà essere un biglietto aereo, le spese improvvise di una dogana, un veicolo in panne.
L’abilità messa in campo sarà premere sulla fiducia costruita negli ultimi tempi, una rete costruita attraverso messaggi di una dolcezza disarmante. Anche se si è tentati, il consiglio degli investigatori è quello di non cedere mai. Una persona onesta capirà comunque che per quanto riguarda richieste di denaro, questo tipo di fiducia superficiale non basta.


Non scambiarsi foto in rete


Scambiarsi foto può sembrare un atto inoffensivo cercando un contatto più ravvicinato con la persona amata. Potrebbe però non essere sempre una buona idea con persone conosciute da poco o con le quali non si ha mai veramente avuto un contatto personale. È sempre meglio cercare di mantenere una certa riservatezza, al fine di non cadere in possibili minacce e conseguenti richieste di denaro.


Utilizzare la rete di amicizie


È proprio una sana rete di amicizie che verrà sempre in aiuto delle vittime. Se si è in dubbio che qualcosa non sia come sembra, è utile ricorrere a persone conosciute e della quale fiducia e onestà si è sicuri da tempo. Sfogarsi da questo punto di vista permetterà di risolvere il problema velocemente ed evitare di cadere in ulteriori raggiri.


L’aiuto di un investigatore privato


Purtroppo i raggiri di questo tipo sono in ascesa costante e di pari passo alla crescente importanza dei social network nelle relazioni quotidiane. Il danno che generalmente si subisce si aggira sui 50.000 euro per ogni malcapitato, arrivando a un sorprendente capitale di oltre 80 milioni in tutto lo stivale. È importante ricordarsi che nessuno è immune a questo raggiro e non è una vergogna esserne caduti.
Nel caso si volesse esserne certi, protetti e togliersi ogni dubbio, l’assunzione di un investigatore privato sarà di grande aiuto. Certi casi necessitano di discrezione e professionalità e l’agenzia di investigazioni Petrolà a Roma ha sviluppato una lunga esperienza in questo campo.

Condividi

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci