tradimenti

Gli studi ormai lo confermano: gli italiani sono i primi in classifica per tradimenti e infedeltà coniugale.

Le statistiche sui tradimenti in Europa

Al giorno d’oggi potremmo dire che quasi nessun rapporto di coppia è immune dall’essere colpito da quello che viene riconosciuto come ciò che segna la fine di un rapporto, il tradimento.

Un sondaggio condotto a livello europeo da un portale di incontri vede le coppie italiane sul primo posto del podio per la propensione al tradimento.
I primi tre posti sono infatti occupati da Italia, Spagna e Francia. I dati affermano che il 58% degli italiani, il 53% degli spagnoli e il 49% dei francesi ha ammesso di aver tradito almeno una volta il proprio partner. Rientrano nella top 10 dei traditori anche Germania (48%), Belgio (46%), Regno Unito (45%), Austria (42%), Danimarca (39%), Finlandia (37%) e Norvegia (36%).

Ma altri due curiosi dati emergono dallo studio:

  • l’Italia nell’ultimo anno registra un incremento dell‘infedeltà coniugale del 18% rispetto all’anno precedente
  • nel 64% dei casi sono principalmente le donne che tradiscono il proprio marito o fidanzato.

Perchè le coppie sono sempre più infedeli?

I motivi di un tradimento possono essere molteplici e cambiano da soggetto a soggetto. Esistono però alcuni fattori che vengono riscontrati più frequentemente. Tra questi, vi è il desiderio di un’avventura, il desiderio di ricevere delle attenzioni che magari all’interno di un matrimonio non ci sono più, la voglia di sentirsi speciali per qualcuno oppure il piacere di inseguire il gusto del proibito.

Da una parte c’e chi afferma che, superata la difficilissima fase successiva alla scoperta del tradimento, la coppia giunge a un nuovo equilibrio, più forte di prima. Ma questa scoperta, nella maggior parte dei casi, implica un’irreparabile rottura del rapporto, e porta la coppia alla separazione per tradimento.

Come scoprire un tradimento?

Scoprire un tradimento non è sempre facile e soprattutto procurarsi delle prove valide lo è ancora meno.
I primi campanelli d’allarme si possono rintracciare sicuramente nel cambio di alcune abitudini, cambio di look, ritardi ingiustificati, un rapporto quasi morboso con il cellulare.
Per avere un quadro chiaro della situazione, senza dar avvisaglie di avere dei sospetti sul proprio partner, si può contattare un investigatore privato. Attraverso un’indagine professionale, sarà in grado di verificare con certezza la presunta infedeltà.

Condividi