coronavirus e smart working

Reinventarsi per resistere: molte aziende hanno optato per lo smart working per fronteggiare la pandemia.

La scelta di molte aziende di mettere in pratica lo smart working è dovuta anche al fatto che si sta cercando di tamponare in ogni modo gli inevitabili danni economici.
La verità, però, è che non tutti hanno la stessa attitudine a lavorare in questa modalità.
Per questa ragione è necessario fare i conti con la sicurezza aziendale in tempi di smart working: poca pratica e molta approssimazione possono portare a commettere degli errori che possono costare caro, specie in termini di perdita di dati sensibili o di accessi indesiderati a conti bancari. 

Cosa si può fare per evitare danni con lo smart working?

In primis è bene formare in maniera adeguata i dipendenti. Infatti, effettuando gli accessi a banche dati e a informazioni private dell’azienda dai propri dispositivi personali questi ultimi possono, seppur inconsapevolmente, creare delle falle.
Dall’altro lato, i titolari devono sfruttare il blocco automatico da remoto: in sostanza, impostando un numero massimo di autenticazioni non andate a buon fine si evitano accessi indesiderati ai sistemi qualora i device personali dei dipendenti finissero nelle mani sbagliate.
Si possono anche impostare procedure di doppia autenticazione e pianificare un supporto tecnico operativo, che possa entrare in azione qualora qualcosa dovesse andare storto.


Infine, nel caso si avessero dubbi sulla cyber security dell’azienda, è utile rivolgersi a un’agenzia investigativa.
Una squadra di investigatori privati esperti può, con la sua conoscenza delle tecnologie informatiche, analizzare con cura l’infrastruttura informatica dell’azienda e fare un’analisi accurata di quali sono le criticità e di come si possono tamponare e conseguentemente risolvere le problematiche più urgenti.
Un’agenzia investigativa qualificata, in ultimo, è in grado di valutare la solidità e la sicurezza del network d’azienda. Per mezzo di ispezioni e procedure operative in regola con le norme vigenti, gli investigatori privati possono stilare un report che restituisce un quadro chiaro e dettagliato del livello di cyber security dell’intero sistema.

Condividi

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci