bonifica.ambientale

Essere costantemente controllati da un sistema informatico è ormai talmente abituale che non facciamo più caso a tutte le volte che avviene.

Dal momento che è difficile scoprire un’intercettazione è consigliabile effettuare una bonifica ambientale.

In cosa consiste la bonifica ambientale e quando va fatta?

Basta pensare al nostro cellulare che, connesso ad una rete internet, invia continuamente dati al nostro gestore circa la nostra posizione, i siti che visitiamo, le chiamate che facciamo e i messaggi che inviamo e riceviamo.

Possiamo affermare che l’intercettazione fa parte della nostra vita, a patto che, come in tutti questi casi, ne siamo assolutamente consapevoli.
Quando ciò non avviene, ossia quando veniamo intercettati senza saperlo e senza aver dato il nostro consenso, siamo di fronte ad una grave violazione della privacy, tutelata attraverso il codice civile e il codice penale.

Le intercettazioni sono infatti un’appropriazione indebita delle nostre conversazioni o addirittura dei nostri comportamenti, se si tratta di intercettazioni video, che possono essere utilizzate contro di noi in diverse occasioni.

Come scoprire se si è intercettati?

Vediamo nel dettaglio in cosa consistono le intercettazioni, partendo da quella più classica, l’intercettazione telefonica.

Questa avviene quando attraverso un microfono molto piccolo, detto cimice, o un software installato all’interno del nostro telefono senza che noi ce ne accorgiamo, qualcuno spia le nostre conversazioni e riesce a captare tutti i dettagli dei nostri dialoghi con una o più persone.

Una situazione davvero spiacevole. Chi viene intercettato non sa che tutte le sue parole sono udibili da qualcuno con cui non si vuole condividere una conversazione.

In alcuni casi, è vero, l’uso delle cimici ha dato un contributo importante alla risoluzione di gravissimi casi giudiziari, senza le quali sarebbe stato più difficile fare ammettere gli errori commessi ai colpevoli.

Capire di essere intercettati non è semplice, anche se, quando si tratta di intercettazioni sul cellulare, alcuni comportamenti strani e insoliti del nostro dispositivo possono mettere in allerta.

Uno schermo che si accende da solo, un consumo maggiore della batteria o ancora il suono di interferenza quando si avvicina il nostro cellulare ad un altro apparecchio elettrico, può generare il sospetto che questo sia stato manomesso, e che un software occulto stia registrando tutte le nostre conversazioni.

Le microspie ambientali vengono invece applicate e nascoste all’interno di apparecchi elettrici, mobili, degli angoli tra due pareti, così da captare ogni conversazione che avviene all’interno o all’esterno.

Cosa fare in caso di intercettazioni?

Nei casi in cui si sospetti un’intercettazione ambientale o telefonica è bene richiedere il supporto di un investigatore privato in grado di eseguire la cosiddetta bonifica ambientale, che consiste nella ricerca di microspie ambientali all’interno di un luogo chiuso o aperto.
La bonifica ambientale delle microspie rimuove tutte le cimici, ostacolando così l’intenzione dell’intercettatore.

Condividi