trovare microspie bonifica ambientale

Trovare ed eliminare una microspia è fondamentale per salvaguardare le informazioni all’interno di un’azienda, ecco come fare.

Il punto di forza di un’azienda risiede spesso in progetti e tecniche che richiedono vari anni per essere perfezionati, prima di essere proposti al pubblico per cui sono stati ideati.

Anni di lavoro in cui la riservatezza è indispensabile per non farsi rubare le proprie idee, compromettendo non solo gli sforzi collettivi e la fatica di tutte le persone coinvolte, ma anche il futuro economico dell’impresa, se in quel progetto si è riversato un investimento importante.

Contare sulla lealtà dei dipendenti, però, non è purtroppo sufficiente per evitare che queste informazioni vengano sottratte e riutilizzate dai concorrenti per mettere un’azienda in difficoltà. Prima di puntare il dito contro i propri fedeli collaboratori, quindi, è meglio accertarsi che la controparte non abbia utilizzato sistemi poco etici per appropriarsi del nostro lavoro.

Uno di questi, certamente tra i più diffusi, è l’utilizzo di microspie, piccolissimi apparecchi audiovisivi collocati all’interno di un edificio, quasi sempre al chiuso. I microfoni ambientali o le videocamere spia hanno dimensioni microscopiche, per poter essere piazzate in luoghi dove lo sguardo si posa per qualche istante senza prestare particolare attenzione.
L’interno di un vaso per le piante, in un anfratto del lampadario, all’angolo di una scrivania, sotto le sedie, persino dentro una chiavetta USB: le microspie restano praticamente invisibili all’occhio umano, e, nella completa inconsapevolezza di chi viene spiato, trasmettono intercettazioni di intere conversazioni da cui è possibile trarre tutti i dettagli che servono.

Alcuni segnali della presenza di microspie

Diversi segnali possono far sorgere il dubbio di essere vittime di intercettazioni e sorveglianze non autorizzate. Per quanto piccole possano essere, anche le microspie generano campi elettromagnetici: se il telefono inizia ad accusare interferenze improvvise durante una chiamata, è opportuno allarmarsi per capirne l’origine.

Su tutti, però, è la sensazione di essere spiati a mettere in allerta il manager o il dipendente che inizia a ravvedersi di comportamenti sinistri intorno a lui. Anche il più piccolo segnale di un’informazione trapelata all’esterno può far preoccupare per la possibile presenza di cimici ambientali all’interno del proprio ufficio.

Bonifica ambientale per trovare ed eliminare cimici e microspie

Per risolvere ogni dubbio in merito, la strada migliore è quella di una bonifica ambientale effettuata da un servizio di investigatori privati, come Petrolà Investigazioni a Roma. Un team esperto cercherà la presenza di microspie e cimici all’interno di ogni stanza, liberando così l’ambiente da questa fastidiosa, e pericolosa, presenza.

Condividi

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Contattaci